stampa consiglia favoriti | Sitemap de | it
 
 
La montagna: eterna sfida

Qui nelle selvaggi Alpi Aurine (Alpi Pusteresi) a 2.545 m di altezza la vita è diversa da quella in vallata. Prima di salire al Rifugio Ponte di Ghiaccio assicuratevi di

  • disporre di un buon equipaggiamento: il tempo qui nelle Monti di Fundres cambia da un momento all’altro ed è particolarmente importante indossare delle calzature da montagna che permettano di affrontare i sentieri in tutta sicurezza! Il valico tra il Gliderferner e il Gran Pilastro, la traversata della Punta Bianca e il percorso sul suo crinale richiedono l’impiego di ramponi, attrezzatura da arrampicata su ghiacciaio e naturalmente un’ adeguata esperienza! Chiamateci tranquillamente per qualsiasi informazione a riguardo, saremo felici di darvi ogni dettaglio in merito.
  • non sopravvalutatevi: proprio sui sentieri di alta quota, per cui si devono spesso calcolare dalle 8 alle 10 ore di percorrenza, una buona condizione fisica è imprescindibile. Non scegliete itinerari troppo lunghi e non riempite troppo lo zaino. Lasciate a casa il superfluo e farete molta meno fatica a camminare.
  • non lasciate rifiuti: riportate con voi tutto ciò che avete messo nello zaino. Lo smaltimento dei rifiuti in montagna è costoso e ad alto impatto ambientale, perché se dobbiamo farlo va realizzato tramite elicottero.
  • pronto soccorso in montagna: tenete sempre al corrente i vostri familiari o il personale del rifugio alpino dei vostri programmi quando volete intraprendere un’ escursione. Una piccola farmacia personale completa di cerotti adesivi e contro le vesciche e medicine per i casi di urgenza è sicuramente utile. Un’altra buona abitudine è quella di avere sempre con voi il cellulare senza dimenticare di caricarlo. Considerate anche però che nelle Alpi Pusteresi non ovunque c’è campo.
 
Privacy ® Impressum
    Rifugio Ponte di Ghiaccio, Anton e Michael Weissteiner, Tel. 0474 65 32 30